2017
26.04

2017.04.26

Jean Nouvel - “Mes Meubles d’Architecte. Sense et Essence”


Dal 27 Ottobre al 2016 al 12 febbraio 2017, il Musée des Arts Décoratifs di Parigi, ha dedicato una mostra ai mobili e oggetti disegnati da Jean Nouvel a partire dal 1987.

Jean Nouvel - “Mes Meubles d’Architecte. Sense et Essence”

Un’idea, “l’essence, l’archétype de la table”. Jean Nouvel ha questo in mente, quando disegna un mobile. Gli archetipi. Così, nel 1994, nasce Less, il tavolo in acciaio con piano rigido sottilissimo, un’icona del design contemporaneo. Poi arriveranno Graduate, SKiN, LessLess. Non c’è mai fine, alla ricerca della perfezione. Ecco perché i suoi arredi sono così diversi: “Je ne suis pas un designer, mais un architecte qui fait du design”. A rendere omaggio ai suoi mobili d’architetto, è il Musée des Arts Décoratifs di Parigi, con una grande mostra, “Jean Nouvel, mes meubles d’architecte – Sens et essence”, che per quattro mesi, da ottobre 2016 a febbraio 2017, ha invaso l’ala occidentale del Palais du Louvre. La Francia celebra il suo genio con più di 100 arredi disegnati dal 1987 a oggi, in dialogo con le collezioni permanenti del Museo, opere del Medioevo e del Rinascimento incluse.

L’allestimento, curato da Jean Nouvel in persona, è una caccia al tesoro, si insinua tra le sale, catturando frammenti di spazio, e trasforma la percezione del luogo con colori caldi, come oro, arancio e rosso, per valorizzare gli arredi di ieri e di oggi. Boom, un colpo al cuore! La mostra si apre con una grande stanza illuminata di rosso, dedicata a Less in tutte le sue forme. Interviste, video e immagini ne raccontano la genesi. Proseguendo nel percorso, si trovano tutti gli arredi progettati da Jean Nouvel per il Gruppo Molteni – Molteni&C, UniFor e Dada. Una collaborazione ultra ventennale, nata con il progetto per gli arredi della Fondation Cartier (1994) – il tavolo Less e suoi satelliti, totem, cassettiere, porta computer – evoluto poi, all’inizio del nuovo millennio, in LessLess, con l’alluminio al posto della lamiera di ferro. Un design inconfondibile, prima realizzato da UniFor per l’ufficio, e proposto da Molteni&C nel mondo della casa. Per UniFor Jean Nouvel progetta Cases (2013), un sistema componibile per ufficio, sorprendente per semplicità e possibilità compositive, e Table au KM, un tavolo di grandi dimensioni, in edizione limitata, realizzato con poche essenziali componenti modulari e un piano di traversi in legno massello. La collaborazione con il Gruppo Molteni continua con le grandi realizzazioni. Dopo Fondation Cartier (1994) e il Musée du quai Branly (2006) si aggiungono la Dentsu Tower in Giappone (Tokyo 2003) e 40 Mercer a New York (2007), un progetto residenziale che comprende le cucine Dada in sei diversi tipi di essenze. E ancora, il Municipio di Montpellier (2011), la Philharmonie di Parigi (2015) e MoMA Tower (2016), uno degli edifici più iconici della Grande Mela.

 

“Lavorare con il Gruppo Molteni significa lavorare con aziende e con persone che hanno una coscienza professionale e un’esperienza che è il sogno di tutti gli architetti.”

-Jean Nouvel

2019
09.08
august, il Progetto Contract Molteni&C di Vincent Van Duysen Architects

2019.08.09

august, il Progetto Contract Molteni&C di Vincent Van Duysen Architects

Vincent Van Duysen Architects trasformano un ospedale militare del XIX secolo in august, una oasi urbana comprensiva di hotel, bar, centro benessere e giardini situata nella vivace cittadina belga di Anversa.

2019
01.08
Quirinale Contemporaneo, Molteni&C protagonista del progetto

2019.08.01

Quirinale Contemporaneo, Molteni&C protagonista del progetto

Il Quirinale, la casa degli Italiani apre le porte alle creazioni dei maestri della pittura e della scultura contemporanei e al genio creativo dei grandi protagonisti del design degli ultimi decenni. Oltre 70 opere si aggiungono, ai capolavori del patrimonio storico che abbellisce le sale e gli spazi del palazzo.  

2019
24.07
UniFor | Lights on Smart Working

2019.07.24

UniFor | Lights on Smart Working

Una nuova installazione curata da Ron Gilad e con protagonista Touch Down Unit per le vetrine dello Showroom UniFor di Milano, in Corso Matteotti 14.Lo storico flagship store, progettato nel 1989 da Afra e Tobia Scarpa, continua ad essere e si conferma ancora una volta il migliore spazio dove esporre le ultime novità sotto forme di “piccole architetture”.