2017.10.06    -    EPISODIO #3

Doug Aitken

Los Angeles | Artista

CONDIVIDI

La terza puntata di #HouseOfMolteni ambientata a Los Angeles ha come protagonista Doug Aitken, artista contemporaneo, presentato tramite un'intervista esclusiva al fotografo del progetto Olivier Zahm.

2017
06.10

EPISODIO #3

Doug Aitken

Los Angeles | Artista

La terza puntata di #HouseOfMolteni ambientata a Los Angeles ha come protagonista Doug Aitken, artista contemporaneo, presentato tramite un'intervista esclusiva al fotografo del progetto Olivier Zahm.

Parlaci di Doug

Parlaci di Doug

L'artista multimediale californiano Doug Aitken crea installazioni immersive, fondendo diverse forme e discipline: architettura, installazione, performance-art, ma anche fotografia, pubblicità e video.

Doug Aitken è certamente uno dei più importanti giovani artisti americani, capace di trasformare l'arte in un'esperienza multimediale in grado di comunicare in larga scala, spingendo nello stesso tempo i limiti stessi dell’arte.

Quali sono le opere di Doug che preferisci?

In una recente installazione in Danimarca, "The Garden", il pubblico era invitato a distruggere alcuni oggetti domestici al centro di un giardino tropicale. Ogni visitatore, dotato di una mazza e una tuta protettiva, aveva la possibilità di rimanere rinchiuso per dieci minuti nel “The Garden”, all’interno di una stanza in vetro antiproiettile circondata da una giungla lussureggiante. Una volta entrato, il visitatore aveva la libertà di distruggere tutti gli oggetti a disposizione: tavoli, sedie e lampade. Gli spettatori erano parte attiva dell’installazione e le performances venivano registrate e trasmesse in diretta sul website dell’artista.

Con "Mirage" a Palm Springs, Doug Aitken incoraggiava il visitatore ad entrare in una casa completamente composta di specchi, il cui intento era quello di riflettere la bellezza e la solitudine del deserto californiano, così come il narcisismo contemporaneo. Secondo l’artista rappresentava una sorta di "caleidoscopio in scala umana”.

Doug Aitken, Jungle, 2017. Sequenced flashing neon, wooden frame, electronic control hardware | 96 x 68 x 8 inches (243.8 x 172.7 x 12.7 cm) | Edition of 4, with 2 AP, DA 582. Courtesy of the Artist, 303 Gallery, New York; Galerie Eva Presenhuber, Zürich; Victoria Miro Gallery, London; and Regen Projects, Los Angeles.

Doug Aitken, Still Life, 2017. Aluminum lightbox, LED lights, chromogenic transparency, acrylic | 59 3/4 x 108 x 5 inches (151.8 x 274.3 x 12.7 cm) | Edition of 4, with 2 AP | DA 563. Courtesy of the Artist, 303 Gallery, New York; Galerie Eva Presenhuber, Zürich; Victoria Miro Gallery, London; and Regen Projects, Los Angeles.

Products on stage

Doug Aitken

Doug Aitken è un artista contemporaneo americano noto per le sue installazioni che incorporano video, fotografia, scultura e performance. Lavorando in larga scala, crea opere in movimento che intendono sorprendere lo spettatore, suscitando reazioni inaspettate.

Nato nel 1968 a Redondo Beach, CA, Aitken studia presso l'Art Center College of Design e si trasferisce a New York nel 1994. Il suo lavoro si trova nelle collezioni dell'Istituto d'Arte di Chicago, il Metropolitan Museum of Art di New York, il Museo d'Arte Contemporanea di Los Angeles, e il Walker Art Center di Minneapolis, tra gli altri.

FOLLOW ON

Read on

2019
13.11

2019.11.13    -    EPISODIO #7

EPISODIO #7

Alireza Niroomand

Direttore Creativo @ Sant Ambroeus SoHo

Vi presentiamo Alireza Niroomand, il settimo ospite del progetto digitale #HouseOfMolteni. Ecco l'episodio per scoprire la sua vita a New York.

2019
21.10

2019.10.21    -    EPISODIO #6

EPISODIO #6

Anna Barnett

Londra | Autrice di testi enogastronomici & Cuoca

Vi presentiamo Anna Barnett, la sesta ospite del progetto digitale #HouseOfMolteni. Ecco l'episodio sulla sua vita ed i suoi luoghi preferiti a Londra.

2019
25.09

2019.09.25    -    EPISODIO #5

EPISODIO #5

Mimi Xu

London | Composer, DJ, sound artist

Vi presentiamo Mimi Xu, la quinta ospite del progetto digitale #HouseOfMolteni. Ecco l'episodio per scoprire la sua vita a Londra.